Nuove ricette

Crepes Suzette

Crepes Suzette

Setacciare la farina, lo zucchero e il sale fino ad amalgamarli in una piccola ciotola. In un'altra ciotola di medie dimensioni, mescolare bene le uova e il latte. Quindi aggiungere il burro fuso al composto. Montare la miscela di farina nella miscela di uova in incrementi, montando accuratamente per evitare la formazione di grumi. Mescolare bene per creare un composto cremoso e uniforme. Accantonare.

Dopo circa 10-15 minuti, controlla la consistenza della miscela di crepes. Dovrebbe essere liquido e liscio, come il latticello. In caso contrario, aggiungere abbastanza latte fino a raggiungere la consistenza desiderata. Scaldare una padella antiaderente da 10 pollici a fuoco medio. Una volta che la padella è abbastanza calda, versare circa ¼ di tazza di miscela per crepe nella padella e agitare il composto accuratamente e uniformemente su tutta la parte piatta della padella.

Una volta che si saranno formate delle piccole bolle, i bordi esterni diventano dorati, e il centro è cotto, utilizzare una spatola piatta per separare i bordi della crepe, e con le dita (attenzione a non scottarsi le dita) separare la crepe dalla padella e ribaltare. Cuocere la crepe abbastanza bene da poterla spostare sulla padella senza che si attacchi alla padella.

Togliete la crepe dalla padella e adagiatela su un piatto rotondo e piatto. Spalmare 1 cucchiaino di sciroppo sui bordi esterni della crepe. Capovolgere su se stessa un lato della crepe per creare una metà. Quindi capovolgere un'estremità della crepe sull'altra estremità, per creare un quarto. Versare un altro cucchiaino di sciroppo sulla superficie della crepe e ricoprire con zucchero a velo. Ripetere con il restante mix. Guarnire con frutti di bosco e menta.


Ultimate Crêpes Suzette

In una ciotola capiente mettete la farina, lo zucchero e un pizzico di sale. Fare una fontana al centro, aggiungere le uova, l'olio e 2 cucchiai di latte e sbattere con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo. Iniziare a versare lentamente un po' di latte, mescolando man mano che si versa, per mantenere l'impasto liscio. Versare il resto del latte, ora un po' più velocemente, fino ad ottenere una crema omogenea. Infine aggiungete la birra.

Scaldare una padella per crepes da 15 cm/6 pollici. Misura 21⁄2 cucchiai di pastella in una caraffa, quindi versa nella padella, spostandola in modo che il composto muova e si adatti al fondo della padella. Quando la crêpe sarà dorata sotto (in circa 15 secondi se la padella è alla giusta temperatura), girare e cuocere per altri 30 secondi, fino a quando non saranno dorati.

Far scivolare la crêpe su un piatto. Pulite la padella con carta da cucina unta d'olio e continuate a friggere fino ad esaurire tutta la pastella, impilando le crêpes una sopra l'altra man mano che le cuocete. Puoi congelare i pancake in questa fase, avvolti in pellicola trasparente e un foglio. Oppure preparatela un giorno prima, avvolgetela e conservatela in frigo. Per riscaldare, mettere su una placca da forno, coprire con un foglio e scaldare in un forno a 180 ° C/Gas 4/ventilato a 160 ° C per 10-15 minuti. (Se si utilizza per Crêpes Suzette, scaldare nella salsa.)

PER FARE CRÊPES SUZETTE - Preparare le crepes come sopra.

Per la salsa, scaldare il burro e lo zucchero in una padella profonda (circa 25 cm) a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto, fino a quando lo zucchero inizia a dissolversi, alzare la fiamma e fare le bolle abbastanza velocemente, finché il composto non inizia ad andare. rosolare e caramellare (circa 4 minuti), mescolando solo verso la fine. Versare il succo d'arancia (vedi a sinistra) aggiungere le scorze di arancia e limone, lasciando che il composto bolle per 3-4 minuti per farlo addensare leggermente. Aggiungere il Grand Marnier e il cognac, scaldare per qualche secondo e abbassare la fiamma.

Immergete una crêpe nel sugo e, tenendola con una forchetta, ricopritela bene nel composto. Piegalo in quarti e spingi su un lato della padella. Continuare la copertura e piegare con le frittelle rimanenti. Servire 2-3 crêpes a persona con la salsa.


Riepilogo della ricetta

  • 2 tazze di latte
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 5 cucchiai di burro non salato, fuso
  • 3 uova grandi
  • 1 cucchiaio di olio vegetale
  • 1 3/4 tazze di farina per tutti gli usi
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 bicchiere di birra (non scura)
  • 1 1/2 bastoncini (12 cucchiai) di burro non salato, ammorbidito
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 4 cucchiaini di Grand Marnier o altro liquore all'arancia
  • Scorza finemente grattugiata di 1 arancia
  • 2 arance, private della buccia e del midollo, polpa tagliata a spicchi
  • Zucchero a velo, per spolverare
  • 2 tazze di succo d'arancia
  • 1/4 tazza di zucchero
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 3 cucchiai di Grand Marnier o altro liquore all'arancia
  • 2 cucchiai di burro freddo non salato, tagliato a pezzetti

Preparare la pastella: sbattere insieme latte, zucchero, burro, uova e olio. Setacciare insieme farina e sale. Sbattere la miscela di latte nella miscela di farina. Versare la pastella attraverso un colino fine in una ciotola capiente. Sbattere nella birra. Refrigerare, coperto, 6 ore (o durante la notte).

Lasciare riposare la pastella a temperatura ambiente 15 minuti. Scaldare una padella per crepes o una padella antiaderente da 12 pollici a fuoco medio. Versare 1/4 di tazza di pastella nella padella, girando per coprire il fondo. Cuocere, girando una volta, fino a doratura, circa 2 minuti per lato. Ripetere.

Preparare il ripieno: mescolare insieme burro, zucchero, liquore e scorza. Distribuire 2 cucchiaini su 1 crepe. Arrotolare su una teglia, con la cucitura rivolta verso il basso. Ripetere.

Preparare la salsa: portare a ebollizione il succo e lo zucchero in una casseruola a fuoco medio schiumando. Sbattere insieme l'amido di mais e 1 cucchiaio di acqua aggiungere alla padella. Frullare nel liquore. Cuocere finché non si addensa, circa 5 minuti. Togliere dal fuoco mantecare con il burro, 1 pezzo alla volta.

Preriscaldare il forno a 350 gradi. Coprire le crepes con un foglio di calore in forno 10 minuti. Trasferire nei piatti. Guarnire con salsa e arance. Spolverare con zucchero a velo.


Crepes Suzette

Così tante persone hanno blog ora, è difficile immaginare che sia rimasto qualcuno che li legga. Si suppone che ogni giorno ne vengano creati dodicimila nuovi e più di 1.200 blog in lingua inglese sono dedicati al solo cibo. Alcuni di loro sono anche interessanti.

Ma all'inizio c'era Julie Powell. Nell'agosto 2002, il ventinovenne ha deciso di cucinare tutte le 524 ricette in "Mastering the Art of French Cooking" di Julia Child l'anno successivo e di scrivere tutto su Internet.

Il blog risultante era una cronaca divertente, sboccata e occasionalmente stimolante delle lotte di Powell con la cucina e il suo ambiente. Nessuno dei suoi lettori è rimasto sorpreso quando è arrivato un contratto per un libro. La domanda era: come si trasforma un blog in un libro?

Forse inevitabilmente, "Julie & Julia: 365 Days, 524 Recipes, 1 Tiny Apartment Kitchen" (in uscita oggi da Little, Brown) prende la forma di un libro di memorie: Il mio anno di fare qualcosa di un po' pazzo e scrivere un blog su di esso. Powell si concentra sui pasti fondamentali e sui crolli, aggiungendo dettagli e modellandoli in una storia di formazione relativamente coerente che l'editore vorrebbe che tu confrontassi con "Il diario di Bridget Jones".

Il problema è che vogliamo leggere di fare qualcosa di folle, e non tanto di scriverlo, in Rete o altrove. Powell sembra consapevole di questo dilemma, ma non c'è modo di sfuggire al vortice autoreferenziale di scrivere un libro sulla scrittura di un blog che le ha fatto ottenere un contratto.

Powell fatica a spiegare perché ha intrapreso il progetto, o perché ha scelto Julia Child (non menziona mai i coautori di Child, Simone Beck e Louisette Bertholle). Peggio ancora, inizia ogni capitolo con flashback immaginari del corteggiamento di Child con il marito Paul, un disperato tentativo di fabbricare una connessione altrimenti oscura. Questi sono un imbarazzo per tutti i soggetti coinvolti.

Problemi STRUTTURALI a parte, qui c'è molta cucina estrema, che è quantomeno divertente. Guarda come Julie veste diligentemente un pollo in gelatina per l'orrore dei suoi ospiti e di se stessa (poulet en gelee a l'estragon). Emoziona mentre lotta attraverso le avversità bibliche per produrre un magistrale pot-au-feu ("manzo bollito"). Ridi con Julie delle ricette barocche di riso della metà del secolo (riz a l'indienne).

I suoi fallimenti sono molto più convincenti dei suoi successi. Anche se l'isteria provocata dal segare un osso del midollo sembra esagerata, chiunque cucini fuori dai libri conosce quella sensazione di panico causata da ricette fraintese e complicazioni impreviste.

Ma il cibo delizioso - e ce n'è molto in "Mastering the Art of French Cooking" - non merita la stessa attenzione. Il pot-au-feu si limitava a "guardare, annusare e assaggiare come dovrebbe". Mentre alcuni potrebbero essere grati di essere risparmiati dal linguaggio mistico che accompagna inevitabilmente la descrizione del francese di questo pasto, la completa incuria di Powell riguardo al suo significato culturale è sconcertante.

Le piace davvero il cibo? È difficile prendere sul serio le osservazioni culinarie di una donna che torna alla pizza con pancetta e jalapeno di Domino quando Internet non sta guardando. Si può scusare una certa disperazione nei texani di fronte alle “opzioni” gastronomiche messicane di New York, ma come si fa a mangiare Domino's nella più grande città della pizza del Nord America?

Dopo più di 200 pagine, Powell arriva a una convincente descrizione del buon cibo, un saggio appassionato sulle gioie del fegato dei vitelli (foie de veau a la moutarde): “Il fegato è l'opposto del [cattivo sesso]. Devi abbandonarti a tutto ciò che è un po' ripugnante, un po' spaventoso, un po' troppo".

Davvero spaventoso, ma un enorme sollievo. Alla fine ci viene offerta la prova che Powell ama davvero il cibo, che il suo esercizio estenuante è più di una distrazione insignificante dalla sua squallida vita.

Il finale è felice: le crepes smettono improvvisamente di attaccarsi, si capovolgono come dovrebbero e persino flambé senza ferire nessuno. (Naturalmente, il vero lieto fine è l'affare del libro che la solleva dalla servitù di segreteria, ma quella fortuna non viene mai affrontata direttamente.)

Ma i cuochi seri non troveranno i suoi progressi stimolanti. L'ultimo giorno del progetto, Powell sopravvive trionfalmente a un disastro della maionese, ma non sarebbe mai dovuto accadere in primo luogo (ha ignorato le precise istruzioni della ricetta).

QUELLO che ispira è la trasformazione sociale che il libro documenta. L'estenuante noia dei succhielli sul divano con un DVD "Buffy l'ammazzavampiri" viene trasformata dalla magia del cibo in cene esauste con conversazioni, succhielli e Buffy. Mangiare diventa una festa conviviale. Gli amici che si "perdevano" sulla strada per il Queens sono improvvisamente desiderosi di condividere la taglia.

La storia migliore arriva durante il blackout del 2003, quando Powell cucina fegatini di pollo e riz en couronne con una torcia elettrica per una festa improvvisata di rifugiati che si presentano alla sua porta. Ci sono i succhietti, ovviamente, tutti si divertono e vanno a dormire "sentindosi a proprio agio e in comune, come un gruppo di Neanderthal che si ritirano nella loro caverna dopo un buon banchetto di mastodonti".

La buona cucina, anche in circostanze molto difficili, non deve essere un lavoro ingrato. Con un po' di pazienza e disciplina, può anche essere divertente.


Crêpes Suzette Flambé, Ricetta e Storia

Decadenti crêpes francesi, sottilissime frittelle, servite con una deliziosa salsa all'arancia e caramello, frambé con alcool all'arancia Grand Marnier. Questa è la ricetta comune, leggerete nel racconto che quella tradizionale è con burro al mandarino e non flambé.

Questo è un must tra i dolci francesi. Forse uno dei miei preferiti. Vado matto per quelle crêpes Suzette! Potrei mangiare o bere la salsa da solo!! Di solito finisco la salsa rimanente nel mio yogurt. E dare fuoco al Grand Marnier flambé davanti ai tuoi ospiti, è così bello da fare, ha sempre un grande successo. Vi do i segreti della preparazione di questo iconico dolce francese e vi racconto la sua storia. Sai chi era Suzette?

La salsa è composta da caramello, succo di agrumi e scorze. Principalmente arancia con un po' di limone. Si riduce per ottenere una bella consistenza, un po' come lo sciroppo d'acero, perché non vogliamo che sia troppo liquido. Poi arriva l'alcol. Non preoccuparti, viene prima riscaldato e poi flambé subito dopo essere stato versato sulla salsa. Questa parte è incredibile da fare. Per quanto riguarda l'alcol dovresti usare Grand Marnier. Ma qualsiasi alcol forte al gusto di arancia andrebbe bene: Cointreau o Combier, Curacao (come era per la ricetta originale più di cento anni fa)...

Origine e storia delle crêpes Suzette: Come spesso, gli storici non sono tutti d'accordo su una storia unica.

Si scrive comunemente che le crêpes Suzette furono inventate a Monaco nel gennaio 1896 da uno chef (probabilmente Auguste Escoffier poi chef del Grand Hôtel di Monaco) per il Principe di Galles, futuro re Edoardo VII e figlio della regina Vittoria, che era accompagnato da una dama chiamato Suzette, Suzanne Reichenberg del suo vero nome (che non era nemmeno la sua ragazza). Auguste Escoffier si offrì di intitolare la ricetta da lui creata in onore del Principe con il nome del Principe. Il principe avrebbe risposto che non ne valeva la pena. Invece avrebbe scelto Suzette che era con lui. Grazie a questo oggi non mangiamo crêpes Edouard! Poi gli attori del teatro francese si sono divertiti a scovare aneddoti e commedie, una signorina di nome uzette che serviva crèpes agli altri personaggi… E da lì la leggenda è andata avanti.
Tra le altre storie ho letto:
Si dice che il dipendente di Auguste Escoffier, Henri Charpentier, abbia servito quelle crêpes al principe. Ma dal momento che all'epoca aveva solo 16 anni, è molto improbabile! Comunque sia, Henri Charpentier si è attribuito l'invenzione della ricetta della crêpe Suzette quando era il cuoco della famiglia americana Rockefeller negli Stati Uniti.
Un'altra storia è che le crêpes Suzette furono inventate all'inizio del 1890 al Savoy Hotel di Londra dove lavorava Auguste Escoffier, il vero inventore. E come spesso, l'aggiunta di alcol sarebbe stata una goffaggine. Questo incidente è probabilmente vero, ma secondo gli storici più tardi e non per le prime crêpes che Suzette servì a Prince.

La ricetta originale delle crêpes Suzette ideata da Auguste Escoffier è descritta nel suo libro “L'arte culinaria francese” e differisce per molti aspetti da ciò che viene comunemente cucinato oggi.

  • Ovviamente le crêpes non erano flambé.
  • Il liquore utilizzato nella salsa Suzette (così come nella pastella delle crêpe) era liquore all'arancia curacao e non Grand Marnier come oggi.
  • L'agrume utilizzato era il mandarino più che l'arancia, o il mix arancia-limone come oggi.
  • La salsa è indicata come burro agli agrumi o burro al mandarino, con una quantità importante di burro.

Vi riporto qui la ricetta moderna comunemente preparata con salsa all'arancia flambé al Grand Marnier. Alcuni lo fanno davanti agli ospiti, inzuppando le crêpes nella salsa e all'ultimo momento versando il Grand Marnier caldo e dando fuoco. Io preferisco flambare la salsa solo poi versarla sopra le crêpes. Più tardi ti darò la ricetta originale delle crêpes Suzette.

Da notare che in questa ricetta le crêpes sono fatte con la birra, per crêpes più leggere in quanto la salsa è un po' ricca. Puoi passare alla classica ricetta delle crèpes qui e dare un'occhiata alle mie spiegazioni, consigli e trucchi per crêpes francesi perfette.


Crepes Suzette

Molto più sofisticati e meno dolci dei pancake con lo sciroppo. Crêpes Suzette è perfetto per un brunch pasquale. Con tutti i mezzi crea le tue crepe, ma in un pizzico, puoi anche usare quelle acquistate in negozio.

2 grandi arance senza semi
6 zollette di zucchero
75 ml di burro non salato, a temperatura ambiente
3 cucchiai (45 ml) di liquore all'arancia
1 cucchiaino (5 ml) di sciroppo di granatina
8 crêpes (segue ricetta crêpe)
Zucchero a velo per spolverare

1. Lavare bene le arance. Strofinare le zollette di zucchero sulla scorza d'arancia finché i cubetti non diventano arancioni su tutti i lati. Spremere 1 tazza (250 ml) di succo dalle arance.

2. Sciogliere il burro con le zollette di zucchero in una padella larga. Usando il dorso di un cucchiaio, schiacciare i cubetti mescolando il composto. Quando i cubetti si saranno sciolti, aggiungere il succo d'arancia. Alzate la fiamma al massimo e portate a bollore. Far bollire, scoperto, mescolando di tanto in tanto finché il composto non si addensa leggermente, circa 7 minuti. Unire il liquore e la granatina. Continuare la cottura e mescolare ancora 1 minuto per amalgamare i sapori.

3. Piegare le crespelle a metà, poi di nuovo a metà per formare i quarti. Aggiungere uno alla volta in padella, girando nel composto. Mettere su un piatto caldo. Servire caldo, spolverato di zucchero a velo.

Base Crêpes
Questa pastella è ottima per tutte le crepes dolci e salate e può essere
preparata il giorno prima di servire. Aggiungere 1 cucchiaino (5 ml) di zucchero per crêpes sweet dolci
se desiderato.

1 tazza (250 ml) di farina per tutti gli usi
Pizzico di sale
3 uova, sbattute
1½ tazze (375 ml) di latte
1 cucchiaio (15 ml) di burro fuso
2 cucchiai (25 ml) di olio vegetale

1. Unire tutti gli ingredienti tranne l'olio in un robot da cucina o frullatore. Lavorare fino a che liscio. Versare in una ciotola, coprire e lasciare sul bancone per 2 ore.

2. Metti una padella da 7 pollici (18 cm) o una padella per crepes a fuoco medio-alto. Immergere un tovagliolo di carta nell'olio e pulire la padella. Togliere la padella dal fuoco e versare un mestolo in una pastella scarsa da 50 ml.

3. Inclinare e scuotere la padella in modo che il composto di crepe ricopra il fondo in modo uniforme. Rimetti la padella sul fuoco e cuoci la pastella per circa 30 secondi o fino a quando la parte superiore si è rappresa e si formano delle piccole bolle.

4. Con una spatola o con le dita, allentare la crespa e capovolgerla. Cuocere per altri 30 secondi, o fino a quando il fondo è asciutto. Capovolgi su un canovaccio.

5. Ripeti con il restante composto di crepe, pulendo la padella con l'olio quando diventa asciutta.


Video correlato

Recensisci per primo questa ricetta

Puoi valutare questa ricetta assegnandole un punteggio di una, due, tre o quattro forchette, che verrà mediata con le valutazioni di altri cuochi. Se lo desideri, puoi anche condividere i tuoi commenti specifici, positivi o negativi - nonché eventuali suggerimenti o sostituzioni - nello spazio della recensione scritta.

Link epici

Condé Nast

Avviso legale

© 2021 Condé Nast. Tutti i diritti riservati.

L'uso e/o la registrazione su qualsiasi parte di questo sito implica l'accettazione del nostro Accordo con l'utente (aggiornato al 1/21) e alla Politica sulla privacy e alla Dichiarazione sui cookie (aggiornato al 1/21).

Il materiale di questo sito non può essere riprodotto, distribuito, trasmesso, memorizzato nella cache o utilizzato in altro modo, salvo previa autorizzazione scritta di Condé Nast.


Crepes Suzette

Questa è probabilmente la regina dei dessert retrò e meritatamente. La mia versione è velocizzata e semplificata grazie all'utilizzo di crepes acquistate in negozio. Ma non c'è bisogno di pensare che questa sia una scappatoia. Per prima cosa, possono essere incredibilmente buoni ma, cosa più pertinente, quando sono stati inzuppati e inzuppati, per non dire, bruciati, l'idea che tu possa discernere le loro origini è ridicola.

Io uso spesso le crepes acquistate in negozio, ma se vuoi farle da te, la ricetta è qui.

Per le misure della tazza degli Stati Uniti, utilizzare l'interruttore nella parte superiore dell'elenco degli ingredienti.

Questa è probabilmente la regina dei dessert retrò e meritatamente. La mia versione è velocizzata e semplificata grazie all'utilizzo di crepes acquistate in negozio. Ma non c'è bisogno di pensare che questa sia una scappatoia. Per prima cosa, possono essere incredibilmente buoni ma, cosa più pertinente, quando sono stati cosparsi e inzuppati, per non dire, bruciati, l'idea che tu possa discernere le loro origini è ridicola.

Io uso spesso le crepes acquistate in negozio, ma se vuoi farle da te, la ricetta è qui.


Preparazione

Passo 1

Portare a fuoco lento il succo d'arancia, lo zucchero e il Grand Marnier in una padella larga a fuoco medio, mescolando finché lo zucchero non si scioglie. Aggiungere il burro un pezzo alla volta, sbattendo fino a incorporarlo prima di aggiungere altro sale. Continuare a cuocere a fuoco lento, rigirando spesso la salsa, finché non si addensa leggermente, circa 5 minuti. Servire caldo.

Come valuteresti la salsa Suzette?

Delizioso!! Non avevo il liquore all'arancia ed è venuto comunque molto bene. Questo è stato il mio primo tentativo di fare qualcosa di simile, e sicuramente lo rifarò.

Ricette che vuoi realizzare. Consigli di cucina che funzionano. Consigli sui ristoranti di cui ti fidi.

© 2021 Condé Nast. Tutti i diritti riservati. L'uso di questo sito implica l'accettazione del nostro Accordo con l'utente e della Politica sulla privacy e dell'Informativa sui cookie e dei diritti sulla privacy della California. Buon appetito può guadagnare una parte delle vendite da prodotti acquistati tramite il nostro sito nell'ambito delle nostre partnership di affiliazione con i rivenditori. Il materiale di questo sito non può essere riprodotto, distribuito, trasmesso, memorizzato nella cache o utilizzato in altro modo, salvo previa autorizzazione scritta di Condé Nast. Scelte degli annunci


Ingredienti Metrica USA

  • Per le crepes
  • 4 1/4 once di farina per tutti gli usi, setacciata
  • 1 cucchiaio di zucchero superfino (o semplicemente zucchero semolato in un robot da cucina fino a macinare finemente)
  • 2 uova grandi, leggermente sbattute
  • 3/4 di tazza più 2 cucchiai di latte intero
  • Scorza grattugiata di 1 arancia piccola (circa 1 cucchiaio), preferibilmente biologica
  • 2 1/2 cucchiai di burro non salato (1 1/4 di oncia), fuso, più altro per la padella
  • Per la salsa
  • 3 1/2 cucchiai di burro non salato (1 3/4 oz)
  • Un pizzico di sale (facoltativo)
  • 3/4 di tazza più 2 cucchiai di succo d'arancia fresco (da 3 a 4 arance)
  • Scorza grattugiata di 1 arancia piccola (circa 1 cucchiaio), preferibilmente biologica
  • Scorza grattugiata e succo di 1 limone (circa 1/2 cucchiaio), preferibilmente biologico
  • 1 cucchiaio di zucchero superfino (o semplicemente zucchero semolato blitz in un robot da cucina fino a macinare finemente)
  • 3 cucchiai di liquore all'arancia, tipo Grand-Marnier o Cointreau (facoltativo)

Indicazioni

Nella ciotola di una planetaria o in una ciotola capiente, mescolare la farina e lo zucchero.

Fare un buco al centro e versare le uova. Usando la planetaria o una frusta elettrica a mano, frullare fino a quando non si sarà amalgamato. Continuando a sbattere, aggiungere lentamente il latte e sbattere fino a quando la pastella non sarà completamente liscia.

Unire la scorza d'arancia e il burro.

Ungi una padella per crepes o una padella antiaderente da 8-10 pollici a fuoco medio-alto con un pizzico di burro (almeno 1 cucchiaino). Versare un mestolo di pastella per crêpe (circa 1/4 di tazza), inclinando contemporaneamente la padella in modo che la pastella copra l'intero fondo della padella.

Cuocere la crêpe fino a quando i bordi iniziano a prendere colore, riducendo il fuoco a medio se necessario, da 1 a 2 minuti. Passate una spatola sotto la crêpe e giratela. Quando è ugualmente marrone sull'altro lato, forse da 20 a 30 secondi, fallo scivolare con cura su un piatto e tienilo in caldo.

Continuate a fare le crêpes allo stesso modo, aggiungendo burro se necessario, fino ad esaurire tutta la pastella per le crêpe. Dovresti avere circa 8 crêpes.

In una piccola padella a fuoco medio, scaldare il burro e aggiungere il sale, se lo si desidera. Usando un cucchiaio di legno, unisci il succo e la scorza d'arancia, il succo e la scorza di limone, lo zucchero e il liquore, se lo usi.

Alzare il fuoco a medio-alto e lasciare che il composto si scaldi e bollisca dolcemente per circa 3 minuti prima di mettere la prima crêpe nella salsa e riscaldarla.

Usando una pinza o una spatola, piega con cura la crêpe a metà, quindi piegala di nuovo per creare una forma a ventaglio o un triangolo leggermente storto. Spostatela a lato della padella e proseguite con le altre crêpes o, se avete ospiti impazienti, servitele appena cotte. Ripetere fino a quando tutte le crêpes sono ricoperte di salsa e piegate.

Servite le crepes ancora calde.

Recensioni dei tester di ricette

Erin Bloys

Com'è possibile che non abbia mai fatto Crêpes Suzette in vita mia fino ad ora?! Suppongo che perché è una ricetta iconica ho dato per scontato (non avendo mai verificato) che fosse complicata, ma in realtà non avrebbe potuto essere più semplice. E WOW, queste crêpes erano deliziose!

Ho avuto un sacco di salsa extra (forse a causa delle mie arance navel molto succose). La prossima volta raddoppierò l'impasto ma manterrò le proporzioni della salsa come attualmente scritto. Ci sarebbe stata molta salsa per coprire una seconda infornata di crêpes, ma l'extra l'ho bevuta con un cucchiaio visto che non c'era una seconda infornata!

Questi potrebbero servire come colazione o dessert. Se li stessi servendo a colazione, potrei farcire con un cucchiaio di yogurt greco intero e con un filo di salsa in più sopra. Se li servissi per dessert, sarei propenso a spargere un po' di zucchero semolato in più sopra ogni porzione, e magari per indorare il giglio, una pallina di buon gelato alla vaniglia per accompagnare. Non amo i dessert eccessivamente dolci e quasi sempre preferisco gli agrumi al cioccolato, quindi questo era proprio il mio vicolo. Così elegante nella sua semplicità!

Ho scelto di usare Cointreau e una padella antiaderente da 10 pollici.

Ho scoperto che 2 crêpes per porzione sembrano la porzione giusta, quindi da questo lotto ho ottenuto 4 porzioni.

Anna Scott

Con un solo boccone di questa ricetta per le crêpes Suzette, capirai perché è un amato classico francese! Tradizionalmente servito come dessert al tavolo, penso che questo piatto funzioni anche come meravigliosa idea per la colazione o il brunch. Perfetti se serviti con un cappuccino o un caffè espresso bollenti, questi pancake francesi agli agrumi sono sicuri di stupire.

Per quanto riguarda la ricetta stessa, questa bella pastella di uova ha prodotto 10 crêpes in totale, che servono bene da 4 a 5 persone. Non avevo lo zucchero superfino a portata di mano, ma il consiglio per sbattere lo zucchero semolato fino a macinarlo finemente in un robot da cucina è il modo più semplice per farlo.

Penso sempre alla salsa per crepes Suzette come puramente aromatizzata all'arancia, ma mi è piaciuta molto la luminosità che la scorza e il succo di limone hanno aggiunto al sapore generale qui. Ho usato il Grand Marnier nella salsa: non penso che dovrebbe essere facoltativo, penso che sia un must per la profondità del sapore!

Non hai davvero bisogno di così tanto burro per cucinare perché dovresti usare una padella antiaderente per crepe, ho riservato circa 1 1/2 cucchiai che era appena sufficiente per 10 crepes. Ho girato le mie crepes per circa 1 minuto e 30 secondi in cottura e poi le ho cotte per altri 20 secondi circa la seconda volta, solo fino a quando la pastella non si è rappresa. Ho una padella per crepe (10 pollici), ma penso che sia importante notare che non è necessario investire in una per fare le crepes. Una bella padella antiaderente da 8 a 10 pollici dovrebbe funzionare allo stesso modo, ma assicurati che sia da 8 a 10 pollici perché se la pastella diventa troppo spessa nelle aree, le crepes saranno troppo spesse e di consistenza gommosa.

Nel complesso, questa ricetta è stata un grande successo ed è stata una colazione davvero speciale per il fine settimana!

Amy Wilschut

Ho adorato queste crepes, quasi troppo, dato che la maggior parte le ho mangiate io stessa per dessert e colazione. Avendo mangiato molte crepe mentre studiavo all'estero in Francia, credo che questo sia l'impasto leggero perfetto per fare crepes perfette. Questa ricetta sarebbe perfetta per un creatore di crepe alle prime armi. Il sapore e la salsa all'arancia sono semplicemente deliziosi. Crepes Suzette non dovrebbe essere relegato allo status di dessert di fantasia solo perché è sorprendentemente semplice da realizzare.

Ho riservato 1 cucchiaino di burro fuso per la mia padella per crepes, che è grande 8 pollici, ed era abbastanza per cucinare tutta la pastella per crepe. La mia prima crepe ha impiegato circa 4 minuti per cuocere da un lato, principalmente perché ho usato troppa pastella, ma le restanti crepes hanno cotto in circa 2 minuti in totale.

Barba P.

I miei amici lo sanno, se vuoi che assaggi qualcosa, aggiungi un po' di arancia. Uniscilo a un bel pancake sottile rosolato nel burro, e potresti dover agire in fretta se vuoi aiutarmi con la degustazione.

La mia unica avvertenza su questi è che devono essere serviti non appena sono cotti e impiegano circa un'ora per essere realizzati. Buono per una di quelle cene in cui il tempo tra la cena e il caffè con il dessert può essere lungo.

AFFAMATO DI PI?

Se fai questa ricetta, scatta una foto e hashtag #LeitesCulinaria. Ci piacerebbe vedere le tue creazioni su Instagram, Facebook e Twitter.


Guarda il video: Crêpes Suzette by Jacques Pepin (Ottobre 2021).